Hai bisogno di un preventivo per la tua auto?

Eccoci!

Siamo mandatari della Compagnia leader nei rami danni e nell'rca. Offriamo coperture ampie, convenienti e personalizzate nelle garanzie e nei pagamenti.

Inoltre, grazie ai nostri accordi, è possibile aderire a numerose convenzioni con Enti, Ministeri, Circoli aziendali e luoghi di lavoro.

Compila il modulo, ti risponderemo al più presto!

Applicazione Bersani?*
Tipo guida*
Massimali*
Rinuncia alle rivalse*
Incendio e Furto*
Eventi naturali e sociopolitici*
Kasko o Collisione?*
Cristalli*
Assistenza stradale*
Tutela Legale*
Infortuni del Conducente*
Pacchetto Silver*
Pacchetto Gold*
Guasti Meccanici*
Riparazione in forma specifica*
Pagamento*
This site uses Google reCAPTCHA technology to fight spam. Your use of reCAPTCHA is subject to Google's Privacy Policy and Terms of Service.

Grazie! Il tuo messaggio è stato inviato correttamente. Ti contatteremo entro poche ore per scegliere insieme la soluzione più adatta alle tue necessità.

I segreti della tariffa

La tariffa rc auto dipende da numerosi fattori, legati alle caratteristiche della persona e a quelle del veicolo. Non esiste una lista valida per tutte le compagnie, ognuna applica parametri propri, e proprio quest’aspetto determina l’ampia forbice dei prezzi che caratterizza l’assicurazione di rc auto.

In linea generale pagherai di meno se:

1) hai un’auto di piccola cilindrata;

2) sei nelle fasce centrali di età;

3) abiti in un piccolo centro.

4) hai un'auto a benzina

5) puoi utilizzare la Legge Bersani nella formula "personale"

6) scegli di installare il GPS

Pagherai invece di più se:

1) hai un’auto di grossa cilindrata;

2) sei giovane e hai la patente da pochi anni;

3) abiti in una grande città o nelle regioni meridionali;

4) fai tanti chilometri e usi l’auto per lavoro;

5) hai una vettura di vecchia immatricolazione

6) hai un'auto diesel

7) utilizzi la Legge Bersani ma nella formula "familiare"

Molte compagnie prevedono tariffe diverse a seconda del guidatore che viene dichiarato:

1) la “guida esclusiva” prevede un solo conducente identificato in polizza. Questa formula ti permette di risparmiare parecchio, ma in caso d’incidente provocato da una persona diversa, la compagnia applicherà una rivalsa, che secondo i prodotti può essere parziale (per esempio fino a 2.500 euro) oppure totale;

2) la “guida esperta” prevede che il veicolo non venga guidato da persone giovani, di solito con meno di 23-25 anni, o con pochi anni di patente: in caso d’incidente provocato da una persona che rientra in queste categorie, si applica la rivalsa, totale o parziale a seconda dei casi, mentre il prezzo è intermedio fra la prima e la terza;

3) la “guida libera”, che comprende tutti i guidatori: è la formula più costosa (anche il 50% in più rispetto alla prima) perché offre la copertura più ampia.

Scegli quindi attentamente la formula in base alla tua situazione personale. In aggiunta a questi, il parametro determinante per la tariffa è il comportamento alla guida, che viene valutato a posteriori attraverso il bonus malus

• è possibile opzionare la "guida esperta" solo se il veicolo viene guidato da persone di età superiore ai 26 anni (alcune compagnie pongono un limite a 25 anni)

• le rinunce alla rivalsa più frequenti sono: rinuncia alla rivalsa per guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze psicotrope e rinuncia alla rivalsa per danni subiti dal terzi trasportati

• conosci la differenza tra Kasko e Collisione? La Kasko assicura la perdita del veicolo o i danni allo stesso avvenuti durante la circolazione in conseguenza di collisione con altri veicoli, urto contro ostacoli fissi o mobili compresi animali, uscita di strada, rottura di ponti/strade, cedimento del terreno, caduta di alberi, trasporto del veicolo con qualunque mezzo purché identificato. La Collisione assicura la perdita del veicolo in seguito ad urto con veicoli identificati, persone identificate e animali.

• cosa comprende il Pacchetto Silver? perdita delle chiavi, responsabilità civile per difetti di manutenzione, ricorso terzi da incendio, ripristino dotazioni di sicurezza,

• cosa comprende il Pacchetto Gold? cristalli, spese di reimmatricolazione a seguito di perdita delle targhe, danni ai bagagli trasportati, danni da fenomeno elettrico, danni a seguito di collisione con veicolo identificato non assicurato, rimborso spese per corso recupero punti patente, rimborso tassa di proprietà.

• in virtù della possibilità di accesso alle Convenzioni e agli Accordi è importante specificare al meglio l'attività professionale. Ad esempio, se il proprietario del veicolo è un impiegato di banca è necessario indicare il nome dell'istituto di credito; oppure, se si tratta di un libero professionista, è necessario specificare l'area di attività (avvocato, commercialista, ecc.).

La RCA

La compagnia assicuratrice rimborsa i danni nei limiti del massimale, che dev’essere superiore a un minimo di legge. I potenziali danni che si possono provocare ad altre persone possono essere molto pesanti: con pochi euro in più puoi ottenere un massimale più elevato, che ti consente un maggiore margine di sicurezza. Sono considerati terzi (quindi hanno diritto al risarcimento) lo stesso proprietario del veicolo, quando quest’ultimo è guidato da un’altra persona, e i suoi familiari: in questi casi, però, l’indennizzo riguarda solo i danni fisici. Facciamo un esempio. Fai guidare l’auto a un tuo amico che provoca un incidente: se tu ti fai male sarai risarcito, ma ti non saranno rimborsati gli eventuali danni all’auto. Un punto molto importante: il guidatore non è coperto dalla polizza di rc auto, che rimborsa solo i terzi danneggiati. Se provochi un incidente e subisci un danno fisico, quindi, non sarai risarcito: per essere protetto devi stipulare la garanzia accessoria contro gli infortuni del conducente, offerta spesso in abbinamento alla rc auto.

Il Bonus/Malus

Una sorta di gioco dell’oca che, però, può costare parecchio: è il bonus malus, il sistema tariffario di gran lunga più diffuso. Il sistema universale, utilizzato per i trasferimenti da una compagnia all’altra, prevede diciotto classi cui corrispondono premi via via decrescenti, man mano che dalla diciottesima si scende verso la più bassa. Quando ti assicuri per la prima volta vieni inserito nella quattordicesima, quella d’ingresso; se non fai incidenti, l’anno successivo passerai alla tredicesima, e così via. Se invece hai provocato un sinistro, retrocederai di due classi, alla sedicesima.

Hai diritto a conservare la classe di merito già raggiunta da un tuo familiare convivente, e quindi di pagare premi più bassi, a condizione che si tratti di assicurare un altro veicolo della stessa categoria rispetto al precedente: così, per esempio, da una vettura all’altra, o da una moto all’altra. Se sei un assicurato prudente, per te può risultare conveniente la copertura a franchigia: con questo sistema, in pratica, devi pagare direttamente alla compagnia l’importo del risarcimento versato al danneggiato e che rientra nei limiti della franchigia. Se per esempio quest’ultima è pari a 250 euro e il danno è di 750, si dovrà versare alla compagnia l’intero importo della franchigia. Se invece è pari a 150, dovrai versare quest’ultimo importo. Esistono diversi meccanismi di franchigia: guarda quindi con attenzione cosa prevede il contratto.

La Legge Bersani.

Proprio sicuri di conoscerla?

La legge Bersani, entrata in vigore nel 2007, permette di porre in essere un'assicurazione su un veicolo (nuovo o usato) di cui si è entrati in possesso, acquisendo la stessa classe di merito di un veicolo di proprietà dell'acquirente (o di un componente del nucleo familiare) già assicurato.

Ma attenzione!

Non tutti sanno che esiste una Bersani "personale" ed una Bersani "familiare".

Spieghiamo la differenza con un semplice esempio.

Roberto è proprietario di una DS7 in classe 1a ed acquista una Fiat Panda intestandola a se stesso. In questo caso Roberto potrà sottoscrivere una nuova polizza per la Fiat Panda recuperando la classe 1a ed i cosiddetti "precedenti di guida" (Bersani personale). Qualora la Fiat Panda venisse intestata ad un familiare convivente (risultante dallo stato di famiglia), il familiare acquisirebbe SOLO la classe 1a ma NON i precedenti di guida (Bersani familiare), che restano un diritto maturato esclusivamente da Roberto.

Rimborsare un sinistro


In caso d’incidente, con il bonus malus l’aumento può essere rilevante. Se il danno che hai provocato non è considerevole, può essere conveniente rimborsarlo direttamente, un’operazione abbastanza semplice che si può fare su Internet. Per farlo basta presentare una domanda alla Consap (Concessionaria per i servizi assicurativi pubblici), che gestisce l’ indennizzo diretto, il sistema con cui viene liquidata la stragrande maggioranza dei sinistri. Una volta ricevuta la richiesta, che si può trasmettere attraverso il sito www.consap.it vengono comunicati l’ammontare del risarcimento e i riferimenti bancari da utilizzare per il pagamento: una volta che quest’ultimo è stato effettuato, la Consap invierà una ricevuta con cui sarà possibile recarsi presso la propria compagnia d’assicurazione e chiedere d’essere inserito nella classe di bonus malus cui si avrebbe avuto diritto in assenza di sinistro.